Vai al contenuto

Corti

Modern Pixie e tutti muti: il taglio capelli corti 2022 più ambito

Un taglio di capelli 2022 è sicuramente il pixie, un’ottima soluzione per una donna contemporanea sempre in movimento. È comodo, carino e appropriato per capelli di qualsiasi tipo. I tagli di capelli Pixie per capelli spessi sono pieni di consistenza e volume gestibile.

Se i tuoi capelli stanno bene, puoi anche scegliere il giusto taglio di capelli 2022 pixie che aggiunga dimensione e aumenti lo spessore delle tue ciocche corte. I moderni stili pixie cut non si limitano a modesti “dos” da ragazzo. Puoi concederti su una varietà di acconciature “da folletto” (significa questo la parola ‘pixie’ tradotta) con capelli lisci o arruffati, provare acconciature pixie corte per capelli ricci, dos vintage asimmetrici o funky Faux Hawks.

Taglio capelli corti 2022: il Modern Pixie mette in muto tutte le altre versioni

I tagli di capelli corti con la frangia sono la scelta più popolare al giorno d’oggi. Ci sono idee carine di folletti per la maggior parte delle forme del viso, inclusi simpatici tagli. Dai un’occhiata a questi tagli di capelli corti alla moda e scegli una nuova versione calda per rinfrescare il tuo look elegante in questa stagione! Il pixie cut altri non è che la versione moderna dell’iconico taglio alla garçonne dei ’20. È un taglio di capelli super versatile, in grado di adattarsi a qualsiasi tipologia di viso.

Le persone che sono alla ricerca di uno stile più classico, possono optare per un taglio meno scalato, chi invece si sente più coraggioso, può sterzare verso le asimmetrie. Le attrici e celebs in generale fan del pixie hair sono tantissime, come la superba Anne Hathaway o la grintosissima Miley Cyrus. Vi abbiamo fatto venire voglia di darci un bel taglio? I tagli corti non sono facili da portare, ma basta trovare quello adatto a noi la paura non esiste più. Il 2021 ci ha messo sul piatto una serie di haircut, tra cui i pixie hair, che mettono drasticamente in un angolo il mood alla Rapunzel. 

Lavarsi i capelli col detersivo per i piatti al posto dello shampoo: ecco il perché