Vai al contenuto

News

Texturism, il razzismo rivolto ai capelli: cos’è e come si manifesta

Tutti i capelli naturali non sono uguali. Le donne nere hanno ricci di diverse lunghezze, forme, dimensioni e trame. I ricci di ogni donna sono unici, ma alcune texture sono migliori di altre? È un no categorico. Il texturismo promuove l’idea che alcuni tipi di modelli di capelli naturali siano più desiderabili o belli di altri.

“Credo che il texturismo sia reale nella comunità nera. Anche se non è stato creato da noi, l’abbiamo mantenuto”, afferma Rachael Edward nell’ultimo episodio di Go Off, Sis. Le donne nere hanno discusso ampiamente delle loro esperienze con il texturismo e di come sono arrivate ad abbracciare le loro spire e nodi, nonostante il fatto che l’idea di “buoni capelli” getti ancora un’ombra sulla comunità dei capelli naturali. “Dato che ero così confuso sulla consistenza dei miei capelli, ho fatto la permanente”, dice Raven Baker.

“Ora mi sento a mio agio con la struttura dei miei capelli, ma ho ancora giorni in cui scorro Instagram e vedo una ragazza con riccioli più sciolti e sento che i suoi capelli obbediscono e ascoltano”. Non aiuta il fatto che alcuni tipi di ricci siano ancora sottorappresentati nei media mainstream. “Quando pensi a tutti i tutorial che le persone stanno facendo con i loro capelli, vedi più dei riccioli “perfetti” che, onestamente, non sono molto utili”, afferma Everlena Tenn. Fai clic su Riproduci per ascoltare di più su ciò che Tenn, e altre donne nere, hanno da dire di essere giudicate per i loro tipi di capelli. 

Herringbone highlights, i capelli grigi usati come colpi di sole