Vai al contenuto

Guide

Tingersi con il caffè: due metodi casalinghi e bio per i capelli castani

I capelli bianchi sono una bella scoperta, sicuramente un trend da seguire tra i più facili, se ci si trova a proprio agio con lo scorrere del tempo. Se così non è, e magari i temuti bianchi non sono tanto invasivi da poter raggiungere una chioma tutta candida, esiste una soluzione che si contrappone a quella della tinta in salone. Tutta bio e fai da te: tingere i capelli con il caffè.

Se hai poco tempo per recarti dal tuo hairstylist di fiducia e se non gradisci troppo cimentarti in un ruolo da piccolo chimico con le tinte da supermercato, bene, tingere i capelli con il caffè può rappresentare la soluzione (bio quindi top). Domandarsi come del semplice caffè possa rendere così tanto, è sicuramente lecito, e noi di Capellistyle siamo qui per soddisfare ogni curiosità in merito. E comunque, almeno in questo caso, provare non costa nulla e siamo certi che il risultato riuscirà a farti spalancare la bocca.

Tingere i capelli con il caffè: due metodi casalinghi, bio e affidabili

Ecco come impiegare al meglio questo ingrediente naturale e biologico per tingere e dunque coprire i capelli bianchi. L’assunto da cui partiamo è il seguente: il caffè possiede proprietà coloranti ma anche nutritive, le sue doti stimolanti permettono inoltre di rafforzare la struttura del capello, stimolando la formazione di cheratina. La cheratina presente nelle nostre chiome è funzionale alla salute del capello, poiché lo rende forte, vitale e poco incline a spezzarsi. Non c’è un metodo solo per tingersi i capelli con il caffè. Eccone due.

Primo metodo. Miscelare una tazza di caffè freddo e concentrato con una tazza di balsamo, inglobare al composto due cucchiaini di caffè in polvere e mescolare bene. Spalmare ben bene il mix ottenuto lungo tutti i capelli e lasciare agire per due ore. Darà uno sprint al risultato l’utilizzo della pellicola, impiegata per avvolgere i capelli. Il risciacquo deve essere abbondante e il risultato sarà iper naturale, sia come resa colore che come texture della criniera.

Secondo metodo. Miscelare il tufo, ossia il fondo di caffè, di una moka con aceto bianco e miele. Sarà l’aceto a donare riflessi luminosissimi ma anche ambrati e sofisticati, mentre il miele nutrirà il capello in profondità e il caffè tingerà alla perfezione ogni capello bianco. Prima di applicare questa maschera colorante, è necessario fare uno shampoo, per poi spennellare ben bene e tenerla in posa per 20 minuti. Infine risciacquare i capelli con cura e abbondante acqua tiepida, seguendo la consueta hair routine.

Profumo per capelli, essenziale per chi usa l’olfatto come bussola