Trattamento alla cheratina: l’inverno è il momento adatto

Il cambio di stagione ha un grosso impatto sulla nostra chioma, anche quando ci sembra che non sia così. Se avete sempre sognato dei capelli lisci, morbidi e lucenti, la soluzione è nel trattamento alla cheratina; ottimo – per altro – per questo periodo freddo. Vediamo come funziona.

Trattamento alla cheratina

In inverno i capelli tendono ad essere secchi e crespi, soprattutto a causa della troppa o della poca umidità nell’aria. Per fortuna, però, c’è un rimedio! La soluzione, infatti, risiede nel trattamento alla cheratina, rinominato anche “cachemire per capelli”; perfetto per contrastare le temperature rigide e ripristinare la naturale morbidezza del capello. Sottoporsi a questo procedimento vuol dire ottenere eccezionali risultati e avere dei capelli non solo più morbidi e lucidi, ma anche più gestibili! 

La cheratina è una proteina capillare composta per l’80% di aminoacidi, nonché componente principale dei nostri capelli. Fra gli aminoacidi presenti nella proteina in questione, vi è la cisteina che grazie alle molecole legate fra loro, forma delle catene chiamate punti di solfuro. Questi creano lucentezza ed elasticità nella struttura del capello stesso.

I vantaggi

I vantaggi del trattamento alla cheratina sono tantissimi; uno in particolare è quello di poter personalizzare il lavoro in base al risultato che vogliamo ottenere: se ad esempio volessimo eliminare l’effetto crespo, rendendo quindi i capelli più morbidi, basterebbe preparare una maschera da tenere in posa tra i 20 e i 45 minuti. Se invece si vuole ottenere un risultato più deciso e più duraturo bisogna ricorrere ad una speciale piastra che termoscalda il prodotto e garantisce un liscio perfetto per mesi.

La cheratina, essendo un componente presente nella struttura naturale del capello, non lo altera chimicamente; questo quindi vuol dire che il trattamento non solamente non è invasivo, ma inoltre non rovina la chioma. Al contrario di ciò che accade con la permanente e con il tiraggio, la cheratina non rompe i ponti di zolfo, bensì ne cambia la forma e quindi lascia invariata l’elasticità del capello e favorisce una piega perfetta ad ogni lavaggio.

Come funziona

Il trattamento fa fede a diversi processi: innanzi tutto bisogna usare uno shampoo apposito che apre le squame del capello e le prepara a ricevere il prodotto, che grazie all’apertura di queste penetrerà profondamente nella struttura stessa. Il lavaggio che verrà effettuato dopo toglierà ogni residuo, per questo motivo deve essere fatto molto a fondo.

Il composto alla cheratina viene poi applicato con un pennello e va tenuto in posa dai 20 ai 60 minuti. I capelli successivamente devono essere asciugati alla perfezione per passare la piastra. Mantenere i risultati nel tempo è possibile, ma è fondamentale procedere con una cura casalinga usando shampoo e balsamo adeguati, ricordandosi sempre di non usare prodotti con base di sale perché staccherebbero la cheratina posata sul capello.

Anno 1992, ama nel profondo la bellezza. Grazie alla fusione del diploma all'Accademia di trucco cinematografico e la laurea in Cinema e Produzione Multimediale è riuscita a fare ciò che più ama: scrivere di makeup e tendenze