La treccia olandese è un’acconciatura molto ad effetto, e solo apparentemente difficile da fare. In realtà, con un pizzico di manualità, e seguendo le istruzioni che sotto abbiamo il piacere di riportare, riuscirete a realizzarne una in maniera straordinariamente attraente, padroneggiando una tecnica che farà l’invidia delle vostre amiche. Pronte?

Preparare i capelli

La prima cosa che dovete fare è quella di preparare i capelli. È necessario che la chioma sia ben spazzolata, e dovreste pertanto spendere qualche istante per eliminare tutti i nodi. Nel pettinarli (delicatamente!) spazzolateli all’indietro (non dovete fare una riga!). Se desiderate fare due o più trecce, sarà sufficiente dividere i capelli sulla parte superiore della testa.

Si inizia!

Una volta preparati i capelli, tenete una ciocca di capelli voluminosa sopra la testa, e altre due ai lati. Ogni ciocca dovrebbe essere larga tra i 7 e i 12 centimetri, con uno spessore di 2,5 centimetri. Non vi preoccupate se non siete esattamente precise: nessuno vi richiederà una “quadratura” al millimetro!

Ora, provvedete a incrociare la ciocca destra sotto quella centrale, e poi quella sinistra sotto quella centrale. Poi, ripetete il procedimento incrociando sempre la prima ciocca destra e poi la sinistra, e sempre sotto quella centrale. A questo punto, man mano che procedete, inserite altre ciocche quando fate passare la parte destra sotto quella centrale, afferrando nel contempo altri capelli che erano rimasti liberi al lato della testa. Fate la stessa cosa con la ciocca sinistra: man mano che procedete, inserite sempre altri capelli. Continuate dunque ad aggiungere ciocche ad ogni passaggio, e continuate a farle passare sotto la sezione centrale. Finite la treccia quando raggiungete la nuca, e intrecciate gli ultimi centimetri di capelli normalmente.

Conclusione

Giunti a questo punto, non dovrete far altro che fissare la treccia con un elastico, e dare un ultimo tocco con un pò di lacca per capelli. Il risultato sarà sicuramente eccezionale, e con un pò di esercizio e di manualità, riuscirete ben presto a riprodurre la treccia olandese nel migliore dei modi, e senza alcuno sforzo.

Prima di procedere con questi tentativi, il nostro consiglio è comunque pur sempre quello di “specializzarvi” nella classica treccia francese: si tratta di una treccia molto più semplice di quella olandese, che vi permetterà di farvi le ossa con i look intrecciati. Una volta che avrete padroneggiato a piacimento la treccia olandese, riuscirete certamente a sviluppare con maggiore facilità il look olandese.

Inoltre, per poter arrivare a un risultato degno di questo nome, ricordatevi di intrecciare le ciocche di capelli vicino alla testa, ottenendo così una treccia ordinata e ben salda. Nel far ciò, potrebbe costituire una valida mano d’aiuto l’utilizzo di una crema gel: è importante però che non sia una crema forte, ma che sia leggera, e che possa essere utilizzata con discrezione solo per fissare i capelli più corti, che altrimenti finirebbero da tutte le parti (in caso contrario, potete utilizzare delle forcine!).

Trecce e treccine, tutte le nuove mode per arrivare pronte all’estate!