Quarantena e peli superflui: ecco come realizzare in casa la ceretta araba

In questo periodo l’estetista sembra un miraggio e ovviamente anche la ceretta. Le donne che abitualmente ricorrono a questa pratica per avere gambe e corpo lisce come quelle di un bambino, sanno che rinunciarne è davvero un grande sacrificio. Specie se, dopo tanti anni di ceretta a cadenza regolare, si iniziano a vedere i primi risultati di indebolimento o perdita totale del pelo. Ma attenzione!

Non fate l’errore di radervi con il rasoio, la soluzione ve la diamo noi: si tratta della ceretta fai da te. Esattamente come la manicure casalinga, anche questo è un ottimo metodo per prendersi cura di sé e passare il tempo. Non ci crederete, ma per creare una cera degna di qualsiasi centro estetico bastano solamente pochi ingredienti…e li trovate tutti nella vostra cucina! Curiose? Continuate a leggere!

Ceretta fai da te: i vantaggi

La ceretta casalinga segue un’antica ricetta araba. Le donne dei Paesi mediorientali hanno peli scuri e spessi, ma la pelle molto delicata; per questo motivo la Sokkar – ceretta, in arabo – è indicata per tutte le donne, specialmente per chi ha una pelle sensibile e soffre di irritazioni o arrossamenti. Inoltre, questa ricetta è completamente bio e con un impatto ambientale praticamente nullo.

La ceretta araba offre una depilazione efficace e soft; infatti una particolarità di questa tecnica è quella di avere uno strappo davvero leggero e delicato. Inoltre, trattandosi di prodotti naturali al 100%, qualsiasi residuo potrà essere rimosso semplicemente facendo una doccia ed evitando quindi oli o creme appiccicose.

Ingredienti:

  • 1 Bicchiere di zucchero di canna o bianco
  • Il succo di mezzo limone
  • 1 Bicchiere scarso di acqua
  • 1 Cucchiaino di miele e un pizzico di sale

Come fare?

Versate in un pentolino o in una padella antiaderente il succo di limone unito allo zucchero. A questo punto mescolate tutto con un cucchiaino di legno, assicurandovi che il fuoco sia abbastanza basso. A piacere potrete aggiungere anche il miele e un pizzico di sale. Lasciate bollire il composto per una decina di minuti mescolando continuamente. Questo passaggio è molto importante perché vedrete che la miscela inizierà a cambiare colore, passando da trasparente a bianco e presentando una leggera schiumetta.

Successivamente il colore cambierà e virerà verso il giallo ambrato. A questo punto spegnete il fuoco e trasferite l’insieme dei vostri ingredienti in un barattolo o una ciotola, assicurandovi che sia di vetro e non di plastica. Lasciate quindi raffreddare il tutto.

Una volta che la vostra ceretta fatta in casa sarà fredda risulterà morbida e non liquida, ma nemmeno troppo solida. Sarà questo il momento in cui potrete lavorarla. Bagnandovi prima le mani, iniziate a manipolarla come fosse pongo e vi accorgerete che cambierà colore scurendosi e diventando più dorata. L’importante è che risulti appiccicosa, ma non tanto da rimanere sulle dita o sulla pelle. Quando sentirete che la pasta modellabile sarà pronta, stendetela sulla cute facendo attenzione che segua la direzione del pelo. A questo punto strappate con un tocco secco e deciso.

La vera particolarità della ceretta araba è che funziona un po’ come le vecchie – e ormai illegali – cere a caldo, quindi non ha bisogno di strisce depilatorie di carta o stoffa. Quindi, una volta che avrete finito non avrete sprecato nessun materiale e potrete buttare il composto fra i materiali organici. Qualora dovreste aver bisogno della Sokkar per zone particolarmente piccole, non temete! La cera avanzata potrà essere conservata tranquillamente in frigorifero o in freezer. La riporterete in vita scaldandola semplicemente a bagnomaria o al microonde. 

Sokkar o ceretta araba: tutorial

Nel video che vedrete di seguito sono spiegati i passaggi di cui vi abbiamo parlato.

Anno 1992, ama nel profondo la bellezza. Grazie alla fusione del diploma all'Accademia di trucco cinematografico e la laurea in Cinema e Produzione Multimediale è riuscita a fare ciò che più ama: scrivere di makeup e tendenze