È un classico: dopo il fine settimana trascorso al mare, capita che il lunedì mattina i capelli appaiano tutt’altro che attraenti. Ma in che modo poter trovare il giusto coraggio e stile per potersi presentare in ufficio? Come cercare di risistemare la propria chioma senza doversi ridurre a una coda di cavallo.

“Per rimettere in riga i capelli stressati da sole, vento e salsedine, soprattutto se al mare non avete usato un olio solare protettivo, utilizzatene uno secco e nutriente in città. Se i capelli non sono protetti prima, vanno riparati dopo” – affermava qualche tempo fa Ruggero Venturi, Global Fashion ambassador per L’Oreal Professionnel. “Applicatelo post shampoo, dopo aver ben tamponato le ciocche con un asciugamano e massaggiatelo su lunghezze e punte per farlo penetrare nella fibra capillare. Nutre immediatamente, toglie l’effetto crespo e dona lucentezza” – aggiunge.

Naturalmente, quanto sopra sopra non basta. Bisogna infatti evitare per quanto possibile l’utilizzo di phon e piastre. Dunque, come agire? “Se li avete lunghi raccogliete i capelli in una treccia, in torchon o in una coda bassa e fateli asciugare al naturale. Puntate su uno styling un po’ wild. L’effetto semi-mosso ma non spettinato è perfetto per l’estate, anche in ufficio. Se proprio non potete fare a meno del phon, usatelo con un diffusore, non è solo per i ricci, è adatto anche ai capelli lisci e lunghi, a un lob o a un carrè medio. Lavorate i capelli con le mani, strizzandoli leggermente senza sollevare le radici e evitando l’asciugatura a testa in giù, che favorisce l’effetto elettrostatico” – aggiunge ancora Venturi.

Capelli sotto il sole, ecco come proteggerli