Vai al contenuto

Guide

L’olio di Baobab batte quello di Argan e noi ti spieghiamo perché

L’olio di baobab è uno dei numerosi olii e burri derivati ​​dalla frutta che le cooperative femminili e le pratiche del commercio equo stanno contribuendo a rendere prontamente disponibili al di fuori delle loro regioni d’origine, dove sono stati apprezzati per le loro proprietà nutritive e protettive fin dall’antichità.

Capelli più forti con la maschera al cocco fai da te: scopri come!

Con l’aumento della popolarità di tutte le cose naturali, non sorprende che vari oli godano dello status di preferiti poiché quelli di noi occidentali fanno conoscenza con questi “nuovi” ingredienti esotici. L’olio di cocco, il burro di karité e l’olio di argan sono stati tutti ben accolti dai consumatori, sia come trattamenti topici autonomi per capelli e pelle sia come ingredienti incorporati nei prodotti finiti. Essendo un arrivo relativamente recente sul mercato negli Stati Uniti e in Europa, l’olio di baobab si sta rapidamente facendo strada in questa famiglia di ingredienti naturali molto apprezzata.

È pubblicizzato per la sua efficacia come emolliente non grasso per i capelli, per la sua capacità di aggiungere lucentezza e per la sua capacità di penetrare nelle ciocche di capelli, dove può aggiungere elasticità ed elasticità. Ci sono anche resoconti aneddotici di olio di baobab che aiuta ad eliminare la forfora e ridurre i danni ambientali ai capelli. Allora, cos’è esattamente l’olio di baobab? Può essere all’altezza delle affermazioni? In che cosa differisce da altri oli botanici popolari? 

Origine
L’olio di baobab è ottenuto dall’albero di baobab (Adansoniadigitata), una specie autoctona che si trova nelle regioni calde e aride del continente africano. Questo albero è talvolta chiamato “albero capovolto”, in riferimento alla sua forma caratteristica, con il suo tronco estremamente grande e rami relativamente sottili simili a radici della sua corona. I giganteschi tronchi fungono da strutture di stoccaggio dell’acqua per gli alberi, una caratteristica che consente loro di sopravvivere alle dure stagioni annuali di siccità a cui sono soggetti. Gli alberi, che possono vivere fino a centinaia o addirittura migliaia di anni, sono simboli iconici dei gloriosi paesaggi dell’Africa. Gli alberi di baobab sono stati molto apprezzati sin dagli albori della storia umana per i loro deliziosi frutti, ricchi di umidità, vitamina C e altri nutrienti. I semi di questi grandi frutti sono la fonte del prezioso olio, che viene utilizzato in cucina, come emolliente per la pelle, e come idratante per i capelli.

Olio di gelsomino, i 4 modi di utilizzarlo sui capelli: dal balsamo pre-shampoo allo spray