Quando arriva la calda stagione di solito c’è la tendenza a depilarsi con più frequenza, perché fa caldo, ci si scopre di più e la necessità di essere a posto si presenta con più frequenza. Quando fa caldo insomma, o anche quando è freddo vorremmo essere tutte a posto ed avere gambe lisce e depilate. Le strisce depilatorie sono sostanzialmente delle strisce di materiale plastico sui quali è steso uno strato di cera utilizzabile a freddo. Quindi è un metodo di depilazione con ceretta. La soluzione più decisa ai problemi legati ai peli è la ceretta.

Ogni mese la maggioranza delle donne fino a qualche anno fa si recava dall’estetista. Oggi non è più così, molte fanno da sé a casa, un po’ per la fretta e per l’impossibilità di trovare il tempo materiale per un appuntamento, un po’ perché con i sistemi fai da te sempre più perfezionati non è così necessaria l’estetista. Sono un ottima alternativa alla cera a caldo, perfetta per mani anche inesperte, che in altra condizione rischierebbero di ritrovarsi incollate di cera bollente.

Quando si presenta la necessità, quando c’è un momento libero, quando il bambino dorme è possibile ritagliarsi una mezzoretta per tornare lisce e depilate, spendendo anche una cifra davvero esigua. Questo grazie alle strisce depilatorie, un prodotto sempre più diffuso e perfezionato nel corso del tempo. La ceretta è un metodo di depilazione naturale e che dà un risultato duraturo. È dolorosa, non si può negare questo, tuttavia è una questione di abitudine, più oltretutto prenderete la mano, meno sarà il male che vi arrecherete con lo strappo. Le formule nel corso degli anni sono mano a mano andate a migliorando quindi oggi sul mercato ci sono prodotti davvero validi e differenti a seconda delle esigenze.

Le strisce depilatorie possono poi seguirvi ovunque, in vacanza, a casa di un’amica e in qualunque altro posto. Sono infatti pratiche e utilizzabili senza bisogno di particolare strumentazione, sono pronte all’uso.

Tipologie diverse di strisce depilatorie

Le strisce servono per eliminare i peli superflui di donne e uomini in diverse parti del corpo. Quelle classiche sono quelle per le gambe, grandi e rettangolari, molto versatili. Vi sono poi anche misure differenti particolari per la zona dell’inguine, quelle piccole per il viso, quelle per le ascelle e quelle per le braccia. A seconda delle marche e della parte per la quale sono proposte, le strisce depilatorie possono contenere una cera differente:

  • la classica al miele
  • la cera rosa al biossido di titanio: la cera è più morbida e aderisce meno alla pelle e più al pelo;
  • cera con mica: perlata e perfetta anche per i peli più corti;
  • cera all’ossido di zinco, per pelli particolarmente sensibili o per le prime epilazioni;
  • cera all’azulene, sempre per pelli sensibili;
  • Cere fruttate, per chi non sopporta l’odore della cera.

In ogni caso, con qualunque cera, il risultato è garantito di 3-4 settimane.

Consigli sulla preparazione all’utilizzo delle strisce depilatorie

Prima di fare una ceretta, anche se è fatta con le strisce depilatorie, è bene preparare la pelle con uno scrub, particolarmente consigliati sono quelli vegani. Questi si possono preparare in casa in modo semplice e veloce. Ottimi scrub sono anche venduti già pronti.

Per preparare la zona da trattare è importante che questa sia asciutta e senza creme o oli che potrebbero limitare l’attaccamento della striscia al pelo. In tutti i casi, e soprattutto se si tratta di soggetti delicati o allergici, è bene fare prima delle prove per vedere che la cera non crei dermatiti o altri sfoghi. Per fare un test si mette in contatto una piccola parte di pelle con la striscia e si attende un giorno.

Prima di fare la ceretta con le strisce depilatorie osservate bene la zona sulla quale andrete ad intervenire, perché non vi devono essere ferite o vene varicose in alcun caso.

Prima di iniziare con la depilazione è bene munirsi di borotalco, soprattutto se bisogna depilare zone delicate. Questo per ridurre lo strappo sulla pelle e fare in modo che solamente i peli si attacchino alla cera. Il borotalco inoltre aiuta se la pelle è leggermente sudata o bagnata, perché assorbe l’umido.

Se ne avete inoltre la possibilità, fate un bagno caldo prima di fare la ceretta: questo aiuta ad aprire i pori e lo strappo fa meno male.

Come usare le strisce depilatorie

Una volta che la pelle è a posto, siete pronte per iniziare ad usare le strisce depilatorie. Basta riscaldare la striscia mettendola fra le mani e sfregandola energicamente per un minuto. La temperatura sarà sufficiente per staccare agevolmente le due parti e usarle. Molte usano appoggiare le strisce sul calorifero mentre fanno la ceretta in modo da averle già pronte o si aiutano con il phon in modo molto pratico.

Una volta scaldata la cera comunque, separate le strisce e fate aderire la stessa sulla zona desiderata. Accarezzate la striscia attaccata con energia dall’alto verso il basso, o meglio in direzione del pelo. A questo punto afferrate la striscia da un lato e tirate in modo deciso dalla parte opposta: non verso l’esterno ma in contropelo, in modo che la resa sia ottimale. Se riuscite e per un’efficacia maggiore, tenete tesa la pelle durante lo strappo. Soprattutto se siete morbide e comunque nella zona in cui la pelle è più morbida è consigliato tenere tesa la pelle, perché si rischia di sentire più dolore e di lasciare qualche leggero ematoma da strappo.

Dopo la ceretta con le strisce depilatorie

Nella confezione delle strisce depilatorie troverete delle salviette pronte post-depilazione: necessarie per eliminare la cera rimasta incollata alla pelle (che non sempre si rimuove con acqua calda) e per idratare e riequilibrare la pelle irritata dalla depilazione. Per calmare la pelle potete anche mettere dell’olio di oliva.