credit: stock.adobe.com

Tutte le donne lo sanno molto bene, e spesso lo hanno provato sulla propria chioma a loro spese: l’umidità e la pioggia sono due nemiche acerrime della propria capigliatura, rovinando qualsiasi piega perfetta in pochissime ore. Ma in che modo possiamo cercare di contrastare gli effetti negativi di questa situazione molto comune durante la stagione invernale e in questa attuale stagione autunnale? Quali sono i principali trucchi che è possibile disporre per poter avere sempre la chioma a posto?

Tutte le insidie dell’autunno

L’autunno è una stagione che riserva molte belle sorprese, ma il suo clima non è certo il meglio per le capigliature delle donne. Le pieghe sono infatti messe a durissima prova dall’umidità e dalle piogge, in grado di rovinare qualsiasi stile. Insomma, si esce di case con una capigliatura apparentemente perfetta, e si arriva in un ufficio con i capelli gonfi e crespi. Un vero e proprio disastro di stile! Fortunatamente, è possibile fare qualcosa per poter migliorare la situazione ed evitare di subire passivamente tutte le più nefaste conseguenze dell’umidità.

Evitate troppi lavaggi

Il primo consiglio che gli esperti sono soliti dare a tutte le donne che vogliono evitare che la propria capigliatura “esploda” per l’umidità, è quello di evitare di lavare i capelli tutti i giorni, come invece spesso si fa durante l’estate. In autunno meglio invece diminuire la frequenza dei lavaggi, e scegliere solo prodotti di qualità, che possano garantirvi la migliore idratazione e possano proteggere i capelli, senza indebolire ulteriormente la propria chioma.

Attenzione all’asciugatura

Un’attenzione specifica dovrà altresì essere fornita nei confronti dell’asciugatura dei propri capelli. Una volta uscite dalla doccia, bene frizionare i capelli leggermente con l’asciugamano, al fine di togliere l’umidità in eccesso, ma applicando prima un prodotto che possa attribuire una pellicola protettiva ai capelli (si trovano facilmente in commercio in crema o in spray).

In questo modo riuscirete a evitare che la successiva azione del phon sia troppo aggressiva: in caso contrario, il calore del phon potrebbe risultare pericoloso per la salute del vostro capello. Controllate inoltre gli ingredienti dei prodotti che andrete ad applicare sulla chioma: un trattamento alla cheratina, in particolare, farà sì che l’umidità non penetri nel capello, pregiudicando la sua piega.

Non esagerate con il phon

Da quanto sopra dovreste già aver compreso quanto sia bene non eccedere con l’uso del phon. Sappiamo bene che spesso si ha ben poco tempo a disposizione, e che l’asciugatura con il phon può dare una mano sostanziosa, visto e considerato che in brevissimi minuti si potrà avere un’asciugatura sommaria.

Il problema è però che procedendo con un’asciugatura troppo frettolosa effettuata con il phon, e a temperature troppo alte, oltre a danneggiare i capelli andrete a determinare un effetto molto sgradevole in termini di “elettricità”.

Meglio dunque cercare di avere attenzione all’asciugatura, avendo cura di lavorare la chioma con una spazzola morbida e tonda, e direzionando l’aria dall’alto verso il basso.

Se avete una chioma ricca e volete mantenere queste forme ben disegnate, cercate di applicare una mousse modellante sui capelli bagnati (limitatevi a farlo solamente nella parte bassa, le punte) e asciugate poi la chioma con il diffusore.

Limitate la temperatura della piastra

Ultimo consiglio è relativo alla piastra: se volete una chioma perfettamente liscia la piastra sarà sicuramente il migliore alleato per un hairstyle impeccabile, a patto di scegliere una piastra in ceramica, di qualità, e non superare mai la temperatura di 160 gradi. Applicate inoltre sempre un film protettivo sul capello e procedete senza fretta – ma senza eccedere nel soffermarvi su ogni singola ciocca.