Shampoo dopo la tinta: consigli pratici per non rovinare il colore

Sarà capitato a tutte di aver voglia di fare un nuovo colore e di non sapere se presentarsi dal parrucchiere con i capelli perfettamente puliti o leggermente sporchi. Altro dubbio ricorrente, poi, è quello sui tempi da rispettare prima di fare lo shampoo dopo aver tinto i capelli.

In questo articolo vi spieghiamo tutto quello che c’è da sapere sul post-tintura!

Leggi anche: Tinta capelli: come farla durare più a lungo? 4 Consigli

Tingere i capelli: le regole

Quando abbiamo in testa un nuovo colore, soprattutto se dalla particolare manutenzione, il nostro obiettivo primario è far sì che il tono non sbiadisca o non subisca grosse variazioni. Ma come fare? Ci sono delle piccole e semplici regole da osservare per assicurarsi che la tinta rimanga vivida come appena fatta e ora vi spieghiamo quali sono:

Posso fare la tinta con i capelli puliti?

La tinta può essere fatta in qualsiasi momento, ma di norma si predilige quello in cui abbiamo fatto lo shampoo da qualche giorno. Il motivo è semplice: sui capelli perfettamente puliti la tinta non attecchirebbe nel modo giusto, “scivolando” senza penetrare correttamente all’interno del capello stesso. Inoltre, gli oli naturali della chioma possono proteggere i capelli durante il processo di tintura.

Quanto bisogna aspettare prima di lavare i capelli dopo la tinta?

Di norma è bene aspettare fra i due e i tre giorni prima di fare uno shampoo dopo la tinta, in modo da far assestare bene il colore e farlo durare più a lungo.1 Se non riuscite proprio a non lavare i vostri capelli per così tanto tempo, sarebbe meglio ricorrere – per i primi giorni – a uno shampoo secco.

Quanto spesso bisogna lavare i capelli colorati?

I capelli tinti possono modificare o perdere il loro pigmento artificiale se lavati troppo spesso. Soprattutto per quanto riguarda i colori che necessitano di decapaggio o decolorazione. Idealmente bisognerebbe fare lo shampoo ogni due o tre giorni.

Quali prodotti bisogna usare per lavare i capelli tinti?

Il vostro solito shampoo è sconsigliato: i capelli tinti hanno bisogno di un trattamento speciale e quindi di prodotti specifici per capelli colorati. Lo shampoo apposito, ad esempio, deterge i capelli delicatamente, ma al contempo si assicura che non venga sottratto colore e lucentezza alla chioma. Il balsamo, invece, ripara visibilmente le punte sfibrate reintegrandone la barriera protettiva, già provata dalla tintura.

Cosa fa sbiadire il colore dei capelli?

Le cause sono davvero tantissime e per alcune c’è poco da fare: in primis il calore; usare sempre shampoo, piastra o arricciacapelli può decisamente renderli meno brillanti e ovviamente asportare parte della tinta. Per questo motivo è bene usare un termoprotettore. Oltre a questo, purtroppo, arrivano brutte notizie per le amanti del mare: la luce diretta del sole, infatti, può sbiadire significativamente un colore artificiale. In questo caso bisognerebbe assicurarsi di coprire i capelli con un capello o un foulard, in modo da proteggerli dal sole e soprattutto è bene lavare i capelli dopo una nuotata nell’acqua salata o in una piscina.