sfumature di capelli biondi
credit: stock.adobe.com/alexandrumusuc

I capelli? Possono dire tanto di noi. E non solo da un punto di vista “dermatologico”! Alcuni psicologi si dicono infatti convinti che il look indossato mediante la scelta di un determinato taglio e colore possa dire tanto di noi, come l’effettivo stato d’animo o la psiche femminile o ancora le tendenze vissute nel preciso momento. Ma in che modo è possibile arrivare a simili valutazioni? E con che livello di affidabilità?

Che cosa trasmettono i capelli

Secondo quanto riferiva la psicologa Roberta Cacioppo su Marie Claire qualche giorno fa, i capelli hanno una doppia valenza. Sono infatti sia una parte del corpo che contribuisce alla costruzione o alla modifica dell’immagine, e sia una sorta di “arte modificabile”, come avviene d’altronde con le unghie, prestandosi a essere “caricati di un valore particolare”, poiché possono tornare ad essere quelli che erano in principio, donando così un senso di rassicuratezza.

Cambiare i capelli? Aiuta a superare momenti difficili…

Nel senso di cui sopra, non è certo azzardato ritenere che che il cambio del taglio o del colore dei capelli possa essere di supporto a superare o accompagnare momenti difficili. La stessa psicologica ci ricorda come molte pazienti avessero modificato qualcosa nel proprio stile di capelli in concomitanza con qualche importante mutamento della propria vita, anche solo interiore.

Nel profondo, un taglio può incidere sull’autostima, sulla visione di noi stessi, sul modo in cui ci sentiamo guardati dal mondo. Questo non significa che incida sulla personalità. Può accadere, però, che un cambiamento di look contribuisca a far sentire alla persona che qualcosa si sta modificando, e può aiutarla ad affrontare questa fase con maggior “sicurezza”, ed eventualmente rielaborare un piccolo trauma ricorda ancora la psicologa.

Cosa significa tagliarsi i capelli?

Chiarito quanto precede, è possibile cercare di fornire una chiara valutazione su cosa possa voler dire tagliarsi i capelli?

Probabilmente no o, per lo meno, non è così facile come potrebbe sembrare. Se infatti è vero che nell’immaginario collettivo i capelli lunghi sono ancora visti come il massimo simbolo di sensualità e di femminilità, è anche vero che al giorno d’oggi, contrariamente a quanto avveniva con maggiore facilità in passato, è più difficile lanciare un messaggio identitario attraverso i capelli.

Insomma, si può adottare qualsiasi stile di capelli senza dover necessariamente lasciare un segno profondo nella propria comunicazione emotiva, visto e considerato che sono sparite le sottoculture e le nuove tecniche, dalle colorazioni alle extension, favoriscono i cambiamenti temporanei e i ripensamenti anche repentini.

In altri termini, rispetto a quanto non fosse già avvenuto nel passato, oggi giorno non esistono più tagli “ribelli” in grado di impattare con particolare forza comunicativa in chi ci guarda. Forse, l’unica eccezione può ancora essere rappresentata dalla rasatura, che magari può indicare ancora oggi un segno di ribellione personale. Tuttavia, anche in questo caso è ben difficile saltare prontamente alle conclusioni, lasciando così ampio spazio alle valutazioni soggettive.

Per potervi indurre qualche ulteriore analisi su questo fronte, abbiamo selezionato per voi 30 stili di capelli che potrebbero far emergere qualche riflessione ulteriore sulle migliori modifiche da fare sul vostro hairstyle. Troverete pertanto decine di tagli di grande personalità, in prevalenza undercut, che vi consigliamo di valutare per poter sperimentare, durante questo imminente l’estate 2019, un buon taglio di capelli che possa accompagnare eventuali cambiamenti di stile e di personalità.