capelli corti e ricci per l’estate

La scorsa stagione ha rappresentato un momento di grandissimo protagonismo da parte dei tagli di capelli corti e ricci e tutto lascia presagire che anche nella prossima questo genere di acconciatura andrà per la maggiore.

Ma come sfoggiare i tagli di capelli corti e ricci nei prossimi mesi? E come poter ottenere dei fantastici tagli curly senza dover stressare troppo i propri capelli? Come rendere i vostri capelli lisci meravigliosamente ricci?

Capelli corti e ricci in modo naturale

Se avete i capelli corti e lisci, ma desiderate potervi avvantaggiare della bellezza dei migliori riccioli, non vi rimane far altro che scoprire insieme a noi alcuni modi che vi permetteranno di disporre di ottimi capelli ricci in maniera elegante e, soprattutto, senza alcun danno per la voglia capigliatura.

Contrariamente a quanto qualcuno potrebbe suggerirvi, infatti, ottenere dei capelli corti e ricci è in realtà piuttosto facile. Potete ottenere questo risultato con strumenti che probabilmente avete già a casa vostra. Ma come?

Iniziate – possibilmente – sui capelli puliti, anche se appena lavati, nella considerazione che una migliore pettinatura si avrà proprio sui capelli puliti. Usate dunque uno specifico balsamo per capelli per facilitare il processo, rendendo i capelli più maneggevoli.

L’applicazione di agenti fissanti come spray per capelli, gel (se avete capelli di uno spessore normale), mousse (per capelli sottili), vi permetterà di moltiplicare il risultato positivo del vostro sforzo.

Bigodini per capelli corti e ricci

Per poter realizzare dei fantastici capelli corti e ricci potete ad esempio utilizzare dei bigodini sui capelli bagnati (ma non troppo, devono essere umidi ma non grondanti!). Si tratta di un metodo facile ma lungo, richiedendo in effetti diverse ore. Potete pur sempre ridurre il tempo usando un asciugacapelli, ma assicuratevi comunque  che i ricci siano completamente asciutti e, in ogni caso, non esagerate con la temperatura dell’asciugacapelli.

Per quanto concerne i bigodini, potete usare quelli riscaldabili, quelli a velcro (che costano di meno e proteggeranno i capelli dai potenziali danni da calore); quelli a “boomerang”.

Tra le alternative appena ricordate, sicuramente la più rapida è quella dei bigodini riscaldabili. Dovreste torcere i capelli asciutti dalle punte e tenerli per circa 5-10 minuti. Tuttavia, non utilizzate questo metodo molto frequentemente, perché si tratta di un metodo che, pur naturale, può stressare molto la chioma.

Tra i suggerimenti preliminari che ci sentiamo di consigliarvi, c’è sicuramente l’evidenza secondo cui i bigodini con velcro sono i migliori per ricci grandi, perché danno più volume. Usateli sui capelli un po’ bagnati, asciugateli con un phon, applicate della mousse o della schiuma per fissare.

Capelli corti e ricci con il ferro arricciacapelli

Un altro modo per poter ottenere degli ottimi capelli ricci è quello di ricorrere al ferro arricciacapelli. Fate però attenzione: i capelli devono essere asciutti ed è sempre preferibile utilizzare agenti protettivi per la chioma, al fine di evitare di asciugarla e stressarla eccessivamente.

Se volete ottenere dei piccoli riccioli, dovreste usare un ferro arricciacapelli di piccolo diametro, circa 2,5 cm. La dimensione del ricciolo dipenderà comunque anche dalle dimensioni del capello: meno ciocca prenderete, più piccoli saranno i riccioli ottenuti.

Per ricci grandi e voluminosi vi consigliamo invece di utilizzare un ferro arricciacapelli con diametro di circa 5 cm. Tuttavia, non è consigliabile utilizzare questo diametro per capelli molto corti, perché i riccioli potrebbero risultare inespressivi (e siamo sicuri che non è questo il risultato a cui mirate!).

Ancora, tenete conto che se non desiderate accorciare troppo la lunghezza dei capelli, è consigliabile non lavorare le estremità. Insomma, lasciate 1-2 cm di distanza.

Capelli corti e ricci grazie alle treccine

Escludendo l’uso massivo  del ferro arricciacapelli che, pur estremamente utile, è altresì nocivo se utilizzato in misura troppo intensiva, c’è almeno un altro metodo naturale e privo di impatti che vi permetterà di arrivare al risultato desiderato: le treccine.

Prendete la vostra chioma e fate più trecce possibili, lasciandole poi “in posa” per tutta la notte. La mattina successiva scioglietele e correggete il risultato con un prodotto per il fissaggio, non troppo aggressivo.

Un piccolo consiglio: prima di fare le trecce, bagnate un po’ i capelli. Un altro suggerimento: se non vi va di dormire tutta la notte con le trecce, e preferite cercare di ripetere questo processo durante il giorno, abbiate cura di mettere i vostri capelli in una crocchia: il risultato sarà simile.

Altra raccomandazione, ancora più importante: evitate di usare una lacca per capelli prima di arricciarli, poiché contribuirete a rompere la struttura del capello e a bruciarlo.

Arrotolare i capelli per renderli ricci

Un’altra alternativa a quanto appena ricordato è quello di sollevare i capelli corti alle radici e torcerli, mettendo poi un asciugacapelli.

In primo luogo, iniziate con l’applicazione di gel o mousse. Quindi, tenendo in mano un ciuffo di ciocche di capelli, arrotolateli su una cannuccia o su una penna. Tenete le ciocche attorcigliate e fissatele con delle forcine nella posizione desiderata. Asciugate quindi i capelli con l’asciugacapelli e rimuovete i perni.

Applicate infine dello spray per capelli e otterrete dei riccioli sorprendenti!

corti e ricci
IG ilariafantinmusica
corti e ricci
IG coiffeur_diffusion
corti e ricci
IG idebardi
corti e ricci
IG salonebettarini
corti e ricci
IG _g.reeds_
corti e ricci
IG salonebettarini
corti e ricci
IG carmen_cannizzaro